Mal di testa - ILMOTASK - bustine orosolubili dolore e infiammazione


Che cos’è il mal di testa?

Il mal di testa viene medicalmente definito come un dolore localizzato all’interno del capo o alla parte superiore del collo. Ma non tutte le manifestazioni di questo tipo hanno la stessa origine.


I tipi di mal di testa

Secondo la classificazione dell’OMS le cefalee si distinguono in primarie, in base ai sintomi e in secondarie in base alla loro eziologia. Conoscere tale distinzione è importante per formulare diagnosi specifiche e adottare terapie efficaci.
Semplificando, possiamo distinguere tre tipi di mal di testa:


  • Cefalee primarie;

  • Cefalee secondarie;

  • Nevralgie craniche e dolori facciali centrali o primari e altre cefalee



CEFALEE PRIMARIE
Il mal di testa di questo tipo è considerato una malattia vera e propria poiché non sempre vi sono dietro cause specifiche e facilmente identificabili. Uno scorretto stile di vita, fattori ambientali o ormonali possono condizionarne l’insorgenza. Tra le cefalee primarie quelle più comuni sono tre:



1.

Cefalea tensiva

1.

É la forma più comune di mal di testa che dipende principalmente dalla contrazione involontaria e continua dei muscoli di nuca, fronte, tempie, collo e spalle. Depressione, ansia e stress, ma anche una postura scorretta possono esserne la causa. Il mal di testa di questo tipo è solitamente di intensità media o lieve e solitamente bilaterale e costrittivo, da qui la famosa espressione “cerchio alla testa


Emicrania

2.

Il mal di testa di questo tipo colpisce prevalentemente le donne, ma si presenta anche in età infantile.
Il dolore ad esso associato è intenso e di natura pulsante partendo generalmente da un solo lato della testa, per poi diffondersi fino a colpire entrambi i lati. Altra caratteristica è la ricorrenza degli attacchi che possono durare anche per diversi giorni.
Le cause non sono ancora note, ma il mal di testa di questo tipo sembra avere origine neurovascolare, ma sembra essere condizionato anche da squilibri ormonali, alimenti specifici e cause di tipo ambientale.



2.


3.

Cefalea a grappolo

3.

Il mal di testa di questo tipo, colpisce più comunemente gli adulti, in particolare uomini e fumatori.
Sebbene sia la forma meno comune, è anche quella più grave, caratterizzata da dolore intenso, lancinante e quasi sempre unilaterale, con attacchi ravvicinati e periodici. Lacrimazione, congestione nasale, arrossamento congiuntivale possono essere sintomi correlati di questo tipo di cefalea le cui cause sembrano legate ad alterazioni ormonali e nervose.





CEFALEE SECONDARIE
Si definiscono cefalee secondarie quelle che solitamente derivano da altre condizioni patologiche.
Sinusite, faringite, otite sono stati di cui, ad esempio il mal di testa può essere un sintomo. Quando, tuttavia, le cefalee si presentano in concomitanza con altri sintomi allarmanti, non devono essere trascurate e possono essere, anche se in una piccola percentuale di casi, campanello d’allarme di gravi patologie.
Occorre in tal caso agire tempestivamente e limitare il disturbo all’origine del mal di testa.




Quando allarmarsi?

Se il mal di testa è improvviso e ha un’intensità maggiore del solito o se notate altri sintomi non riferiti alla cefalea, contattate urgentemente il medico. Una diagnosi tempestiva può salvare la vostra vita.





NEVRALGIE CRANICHE, DOLORI FACCIALI CENTRALI, ALTRE CEFALEE
Questo tipo di mal di testa è dovuto all’infiammazione di nervi cranici e/o cervicali che hanno, tra le conseguenze, anche il dolore alla testa. Leggi l’approfondimento per scoprire come riconoscere il mal di testa cervicale.



Mal di testa episodico o cronico. Le differenze

Qualunque tipo di mal di testa, può essere di tipo episodico o cronico.







episodico

In questo caso il disturbo
si presenta con una frequenza
inferiore ai 15 giorni al mese
per cui si tratta di disturbi
sporadici






cronico

La frequenza della manifestazione
del dolore è oltre i
15 giorni al mese, senza
rispondere alle terapie.
Tra i mal di testa, l’emicrana
è quella che più facilmente tende
a diventare cronica.





Mal di testa: le principali cause

Le cause sono molteplici e possono essere distinte in due gruppi:

FATTORI ENDOGENI
Rientrano in questa categoria quei meccanismi interni all’organismo di cui il mal di testa può essere inteso sostanzialmente come una conseguenza o sintomo. Esempi di questa categoria sono:


  • Infiammazione dei nervi cranici;

  • Infiammazione dei muscoli cervicali, ma anche contrattura degli stessi;

  • Infiammazione delle meningi;

  • Dilatazione, restrizione o compressione dei vasi sanguigni che irrorano il cervello


FATTORI ESOGENI
In questa categoria troviamo differenti condizioni e abitudini che possono essere causa del mal di testa. Esempi di questa categoria sono:


  • Stress;

  • Abuso o mancato consumo di caffeina;

  • Alimenti;

  • Sbalzi climatici;

  • Una scorretta postura;

  • Alterazione delle abitudini di sonno;

  • Rapporti sessuali;

  • Utilizzo di farmaci.



MAGAZINE

Consigli contro
il
mal di testa



No more posts


Ilmotask

LA TUA SALUTE AL CENTRO



ilmotask logo





Ilmotask bustine orosolubili è un medicinale
a base di ketoprofene sale di lisina che può avere effetti indesiderati anche gravi.
Leggere attentamente il foglio illustrativo.
Aut. del 17/12/2018



Copyright by Farmitalia 2018. Tutti i diritti riservati.