Dolori cervicali e vertigini, perchè possono essere collegati - ILMOTASK - bustine orosolubili dolore e infiammazione

Dolori cervicali e vertigini, perchè possono essere collegati

29 Marzo 2019 by admin
dolori-cervicali-e-vertigini-e1556812137111.jpg

Chi soffre di dolori cervicali ha probabilmente provato anche una fastidiosa sensazione di sbandamento collegata al disturbo (Scopri qui altri sintomi frequenti dei dolori cervicali). Si tratta di quelle che comunemente chiamiamo vertigini e che possiamo descrivere come una sorta di illusione di movimento. La sensazione percepita è quella di instabilità dell’ambiente che ci circonda e di difficoltà anche a mantenere l’equilibrio.

Sebbene molti pazienti descrivano tale sintomatologia, la correlazione tra dolori cervicali e vertigini è oggi ancora enigmatica per gli specialisti. Le cause delle vertigini infatti non vengono fatte risalire direttamente alla presenza di dolori cervicali ma vengono individuate come conseguenze di disturbi quali compressione vascolare o lesioni delle vie vestibolari del sistema nervoso centrale.

L’associazione tra dolori cervicali e vertigini viene descritta come vertigini cervicogeniche ed è stata per la prima volta descritta nel 1955. La comunità scientifica continua tuttavia a dibattere sulla questione e la diagnosi avviene per esclusione, poiché non vi sono test o indagini strumentali che possono assolutamente confermare il collegamento tra dolori cervicali e vertigini.

Dolori cervicali e vertigini, perché questo collegamento

Nonostante, come abbiamo visto, si dibatta ancora sulla questione vi sono evidenze sperimentali che provano che le disfunzioni del collo possano comportare problemi di vertigini.
I muscoli del collo e articolazioni cervicali svolgono infatti u n importante compito per il mantenimento dell’equilibrio e dell’orientamento del corpo. Da essi partono dei segnali cosiddetti proprioricettivi che consentono al corpo di rilevare la posizione di ciascuna parte di esso in qualunque momento e rispetto all’ambiente in cui si trova.  Quando questi segnali vengono trasmessi in maniera errata, si attiva una conseguente imprecisione nella rappresentazione di testa e collo nello spazio che può portare vertigini. Un passaggio che può avvenire anche quando vi sono disfunzioni di tipo degenerative, meccaniche o infiammatorie che colpiscono la cervicale.

Dolori cervicali e vertigini quali sono le principali cause

Le vertigini dovute a disturbi cervicali possono essere associate a cause di tipo diverso che, talvolta, si sovrappongono. Quando raccontiamo del disturbo al medico è importante descrivere la storia della comparsa del disturbo e le caratteristiche dello stesso. Il medico potrà inoltre indagare la presenza di eventuali ulteriori fattori di rischio come le patologie cardiovascolari.
La classificazione delle vertigini cervicogenetiche avviene a partire dalle cause. Tra quelle più comuni riscontriamo:

  • Malattie degenerative cervicali: le vertigini sono in tal caso spesso associate a rigidità del collo e spalle e cefalea. Rientrano in questa casistica ad esempio artrosi, spondilosi e altre patologie che comportano la degenerazione della colonna verticale. Ciò può causare vertigini dovute a un’alterazione dei segnali proprioricettivi che abbiamo visto essere determinanti per l’equilibrio; un’insufficienza dinamica vertebro-basilare ossia una riduzione del flusso di sangue nell’arteria vertebrale. Oppure per l’attivazione del sistema nervoso simpatico.
  • Colpo di frusta: un trauma che comporta un’iperestensione del capo con conseguenti problemi quali la riduzione della mobilità del collo o contratture dei muscoli del collo.

Dolori cervicali e vertigini, campanelli di allarme per la diagnosi

Come abbiamo visto, non è semplice identificare il collegamento tra dolori cervicali e vertigini. In quali casi allora può essere ipotizzato? Tra i campanelli di allarme vi è indubbiamente la presenza di patologie del collo con conseguente dolore e la vicinanza temporale della comparsa di vertigini con tali disturbi. Se quindi non si ha dolore al collo la correlazione va esclusa e si deve ricercare la causa in altre problematiche, tra queste le più frequenti sono malattie cardiovascolari, neurologiche, disturbi visivi e psicologici

Vertigini cervicogenetiche, durata e rimedi

Non vi è una durata standard, il disturbo può risolversi nel giro di qualche giorno o protrarsi nel tempo con episodi che durano da pochi minuti a diverse ore. Quando ci rivolgiamo al medico per capire come intervenire, la durata sarà quindi una variabile importante per escludere altre patologie e capire come intervenire nel caso specifico.

Tra i trattamenti terapeutici più comuni ricordiamo:

  • Massoterapia
  • Fisioterapia: con esercizi specifici pensati per trattare la mobilità articolare spesso inibita in caso di cervicale
  • Terapie decontratturanti a carico della muscolatura del collo
  • Terapie chirurgiche in alcuni casi


Ilmotask

LA TUA SALUTE AL CENTRO



ilmotask logo





Ilmotask bustine orosolubili è un medicinale
a base di ketoprofene sale di lisina che può avere effetti indesiderati anche gravi.
Leggere attentamente il foglio illustrativo.
Aut. del 17/12/2018



Copyright by Farmitalia 2018. Tutti i diritti riservati.